Cosa insegnano le fiabe ai bambini?

Cosa insegnano le fiabe ai bambini?

Cosa insegnano le fiabe ai bambini?

 

“Le fiabe non dicono ai bambini

che i draghi esistono. I bambini lo sanno già.

Le fiabe dicono ai bambini

che i draghi possono essere sconfitti.” 

Gilbert Keith Chesterton

 

Nelle fiabe non ci sono ombre, né sfumature per il buono e per il cattivo, per il bello e per il brutto. Non c’è coda morale, né insegnamento etico verbale. Con la fiaba raccontiamo, rendiamo partecipi della vita della nostra anima, che parte alla conquista del principe, del regno, del castello, alla scoperta di quella consapevolezza che solo l’elemento più intimo in ciascuno di noi, elemento che possiamo chiamare “Io”, può dare.

 

Ciò che ogni fiaba racconta, è sempre la vita dell’uomo che si sviluppa attraverso diverse età e diversi luoghi, che porta già in sé tutta la saggezza che per esempio la vecchia, l’essere magico, rivela e svela e nello svelarla la rende costantemente presente: sta poi al singolo coglierla o elaborarla.

 

Da bambina o bambino, da povero o da principessa, da Grullo o da furbo, attraverso le prove ed il cammino narrato si va incontro al matrimonio con il principe o la principessa, che con noi governeranno il regno. Nessuna morale, semplicemente vita, che si sviluppa e cresce, scoprendo il proprio posto nel mondo.

 

Ci sono bambini più sensibili e altri più robusti. Attraverso il racconto delle fiabe i troppo sensibili possono venir fortificati e i più robusti affinati, addolciti interiormente. La stessa fiaba può essere narrata in forma diversa per bambini differenti, modificando il tono.

 

Se le fiabe vengono trasmesse nel momento giusto e in modo opportuno, più tardi il bambino le saprà leggere in modo adeguato, partendo da un atteggiamento di meraviglia. Bambini che sanno ancora stupirsi, meravigliarsi, entreranno in un rapporto molto più profondo con ciò che dovranno apprendere negli anni successivi e probabilmente non si inaridiranno troppo con un approccio conoscitivo solo intellettuale.

 

 

Articolo a cura di Draupadi Piccini, studiosa di antiche fiabe, miti e leggende, formatrice di teatro di figura e arte terapeuta a indirizzo antroposofico. Da diversi anni tiene conferenze e corsi sul significato delle fiabe, per i bambini e per gli adulti. Con Bimbo Fiaba conduce gruppi dalla creazione dei personaggi alla messa in scena utilizzando molteplici tecniche (i burattini, le pupe da tavola, le marionette, le ombre, le figure colorate, le marionette, …).

Per saperne di più sulle attività di Bimbo Fiaba visita la pagina facebook Bimbo Fiaba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *