PAUSA ESTIVA
Garantiamo l'evasione degli ordini online ricevuti entro il 29 luglio.
Dal 4 Agosto al 25 Agosto l'attività è sospesa.
Da lunedi 26 Agosto riprende l'evasione degli ordini online e alle ore 15 riapre anche il punto vendita di Milano.

Auguriamo a tutti un'estate serena e... ci rivediamo dopo la pausa estiva!

Pensiero umano pensiero cosmico

4 conferenze tenute a Berlino nel 1914 – O.O.n. 151

EST 02

Il prezzo originale era: € 11,00.Il prezzo attuale è: € 10,45.

Esaurito

Descrizione prodotto

Pensiero umano pensiero cosmico

 

Molto è stato scritto sul pensiero collaterale, sulla necessità di conferire elasticità al pensiero.

In queste conferenze, Rudolf Steiner ci offre una prospettiva inusuale, un fondamento cosmico-spirituale che legittima vari punti di vista, senza nulla togliere alla libertà e allo sforzo umano nell’esplorare tali punti nei vari ambiti della conoscenza.

Una meditazione sull’armonia delle sfere, sul principio ermetico del ‘come in alto, così in basso’, per cui l’uomo nel suo pensare e in tutto il suo essere si intona al cosmo spirituale.

Si giunge così alla consapevolezza che il vero tempio dell’uomo è il cosmo intero, e che l’uomo stesso è il tabernacolo a cui le Gerarchie cosmiche guardano con amore e speranza.
Prima conferenza – Berlino, 20 gennaio 1914
 L’innalzamento dell’osservazione al pensiero mobile come elevazione dall’ambito degli Spiriti della Forma all’ambito degli Spiriti del Movimento
Seconda conferenza – Berlino, 21 gennaio 1914
La possibilità dell’osservazione del mondo da dodici differenti punti di vista, in quanto concezioni del mondo di eguale importanza
Terza conferenza – Berlino, 22 gennaio 1914
Rapporto delle sette disposizioni animiche (Pianeti) con le dodici sfumature di pensiero nella concezione del mondo (Zodiaco).
La triplice intonazione animica nella concezione del mondo (Sole, Luna, Terra).
L’antropomorfismo (Terra)
Quarta conferenza – Berlino, 23 gennaio 1914
La conseguente posizione dell’uomo nel cosmo dalla prospettiva di un’astrologia spirituale.
L’uomo come pensiero delle Gerarchie
Pagine 96